Mercoledì 20 Dicembre 2017 16:26

ZABAVNIK POPAJ #94

ZABAVNIK POPAJ #94

OOUR

1980

Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia

UNA MAREA INARRESTABILE

Con il tempo il fenomeno diventa sempre più di massa e inarrestabile. Nuove testate e generi si diffondono. Addirittura, negli anni Settanta, compare, anche se un leggermente sfasta rispetto a quella Usa, una produzione underground. Da segnalare di Kostja Gatnik l'album Magna Purga, comparso a Lubiana nel 1977 e riviste quali YU (1977-1986) e Novi Kvadrat.

Fine pt. 5

Altre Informazioni

  • Anno 1980
  • Area Geografica Europa
Pubblicato in Comics
Mercoledì 20 Dicembre 2017 16:23

ZABAVNIK POPAJ #95

ZABAVNIK POPAJ #95

OOUR

1980

Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia

Il fumetto slavo o serbo, in lingua serbo-croata e la sua variegata produzione, verrà dissolto dalla terribile Guerra Civile. Gran parte degli autori si rifugerà in Francia, Italia e anche negli Stati Uniti, mentre il mercato si spezzetterà diventando sempre più locale e limitandosi, per lo più, a fanzine clandestine serbe e croate. Fa eccezione la rivista Stripburger (1992), che si prefigge lo scopo di fare da tramite e scambio tra autori stranieri e quell dell’ormai ex-Jugoslavia. Oggigiorno, escludendo Serbia e Croazia, la produzione nelle altre nazioni si è ridotta, anche per la globalizzazione del mercato. Note positiva: rispetto ai decenni precedenti vi è un costante e sensibile aumento di artiste donne.

Fine

Altre Informazioni

  • Anno 1980
  • Area Geografica Europa
Pubblicato in Comics
Mercoledì 20 Dicembre 2017 16:19

ZABAVNIK POPAJ #93

ZABAVNIK POPAJ #93

OOUR

1979

Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia

UN MERCATO IN MOVIMENTO

Il vero punto di svolta arriva nel 1935 con la pubblicazione della serie Agente segreto X-9. Ideato da Dashiell Hammett e dal fumettista Alex Raymond, fa crescere la voglia di comic nel Paese e porta anche alla fondazione, da parte di artisti russi, del Beograjski krog, ovvero il circolo di Belgrado. La fine della Seconda Guerra Mondiale e l'avvento della Repubblica all'inizio, invece di dare impulso al genere, ne provoca il rallentamento. Essenzialmente a causa dell'influenza sovietica che vedeva nei comic un pericoloso prodotto della cultura ooccidentale. Nel 1952, il punto di svolta: Tito apre all’Occidente favorendo anche un nuovo boom della Nona Arte con il ritorno di vaire riviste, come Zabavnik di Walter Neugebauer, cui viene aggiunto Politikin diventando Politikin Zabavnik, cioè Fumetti di Politica, con scopi anche di indottronimaneto, Zvitorepec di Miki Muster e altre pubblicazioni che si rifacevano a similari presenti in Europa Occidentale.

Fine pt. 4

Altre Informazioni

  • Anno 1979
  • Area Geografica Europa
Pubblicato in Comics
Mercoledì 20 Dicembre 2017 16:18

ZABAVNIK POPAJ #92

ZABAVNIK POPAJ #92

OOUR

1979

Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia

NON TUTTI SANNO CHE...

I comic in quelli che poi sarebbe diventata la Repubblica di Jugoslavia hanno una storia non molto conosciuta. Il cui inizio autoctono si potrebbe datarlo al 191 quando Hinko Smrekar, pittore, caricaturista e tanto altro sloveno, sostenitore del panslavismo pubblica il libreto satirico Črnovojnik, in cui sono  presenti anche delle illustrazioni con baloon, quasi un anticipo dei fumetti contemporanei. Durante gli anni Venti, arriveranno, emigrati dalla Russia e in fuga dalla Rivoluzione d'Ottobre e dagli avvenimenti successivi, diversi artisti  russi, fra cui Sergei Mironovič Golovčenko, che nel 1925 realizza Max i Maksić, serie ispirata a Max e Moritz di Busch. La vicinanza all?italia, poi, permette anche possibilità di attingere alla scuola del nostro Paese, come succede con Zamorček Bu-bu-ci,  ovvero il Piccolo Negro Bu Bu Ci,  opera di Milko Bambič, dal contenuto politico, in cui era rappresentato in caricatura Benito Mussolini. Questo fumetto, che si rifà al Bilbolbul di Attilio Mussino, viene considerato come il primo esempio di comic slavo.

Fine pt. 3

Altre Informazioni

  • Anno 1979
  • Area Geografica Europa
Pubblicato in Comics
Mercoledì 20 Dicembre 2017 16:11

ZABAVNIK POPAJ #91

ZABAVNIK POPAJ #91

OOUR

1979

Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia

E CONTINUA L'AVVENTURA...

In un magazine per ragazzi intitolato a Braccio di Ferro e con storie dell'eroe creato da Seagar, oltre a fumetti di autori da tutto il mondo, fra cui ad esempio, un interessante Milo Manara con il suo Chris Lean, investigatore dai tratti che ricordano James Dean.

Fine pt.2

Altre Informazioni

  • Anno 1979
  • Area Geografica Europa
Pubblicato in Comics
Lunedì 07 Agosto 2017 10:08

ZABAVNIK POPAJ #90

ZABAVNIK POPAJ #90

OOUR

1979

Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia

LA SOLITA STORIA

La biografia non ufficiale della Marvel dedicata ai Beatles, opera di George Pérez e Klaus Janson, in versione oltrecortina. Con alternanza pagine a colori e bianco e nero. Divisa in sei parti, inizia in questo numero, per concludersi con l'uscita #95.

Fine pt.1

Altre Informazioni

  • Anno 1979
  • Area Geografica Europa
Pubblicato in Comics

POLITIKIN ZABAVNIK #1390 – ПОЛИТИКИН ЗАБАВНИК

NIP Politika - Beograd

1982

Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia

CORRIERINO VERSIONE SLAVA

Tra gli anni sessanta e settanta ci furono in Europa diverse testate simili, come Tin Tin e il Corriere dei Piccoli, che mischiavano notizie, informazioni, cultura, fumetti di vario genere e tutto ciò si pensava potesse interessare i ragazzini. In Jugoslavia aggiungevano della 'cultura politica' e ideologia socialista. Politikin Zabavnik, aveva comunque una sua storia. Nata alla fine degli anni Trenta grazie a Walter Neugebauer, fin dal titolo, che in slavo era traducibile come Fumetti, non lasciavi dubbi sul suo scopo. Dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale e la nascita della Repubblica di Jugoslavia la testata fu recuperata ma venne aggiunto anche Politikin, cioè Politica, per dare un maggior senso idealogico al tutto.

Fine Politikin pt.1

Altre Informazioni

  • Anno 1978
  • Area Geografica Europa
Pubblicato in Comics

POLITIKIN ZABAVNIK #1573 – ПОЛИТИКИН ЗАБАВНИК

NIP Politika - Beograd

1982

Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia

LA SECONDA PARTE

Tra un Hagar l'orribile, il divertente vichingo creato da Dick Browne, Popey-Braccio di Ferro, Topolino e amici della banda Disney, articoli di cultura varia, curiosità, racconti horror e tante altre divertenti sorprese arriva l'ultima parte della biografia non autorizzata di Stan Lee. In un bianco e nero che la rende interessante.

Fine Politikin Zabavnik

Altre Informazioni

  • Anno 1982
  • Area Geografica Europa
Pubblicato in Comics

POLITIKIN ZABAVNIK #1572 – ПОЛИТИКИН ЗАБАВНИК

NIP Politika - Beograd

1982

Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia

UN TEMPO LONTANO

La dissoluzione della Jugoslavia, fece saltare il fragile equilibrio su cui si era retta fino ad allora, la federazione creata da Josip Broz, detto Tito, il Maresciallo. Fu un effetto a catena che portò alla creazione di vari stati a base etnica che davano gran peso alla lingua e alla religione e a una terribile Guerra Civile. Che portò alla creazione delle Repubbliche di Slovenia, Croazia, Serbia e Montenegro, Kosovo. A cui seguirono la Repubblica Ex Jugoslava di Macedonia, acronimo FYROM e la Federazione di Bosnia ed Erzegovina Repubblica Srpska. Da quando la Federazione era uno stato unico arriva questo giornalino, una specie di Corriere dei Ragazzi con leggero indottrinamento. Il titolo è traducibile come Politica e Divertimento. Nel numero, annunciata da una bellissima copertina acquarellata, la riproposizione, di un classico, la prima parte della biografia, non autorizzata, della Marvel, sui Beatles. In slavo!

Fine Politikin Zabavnik pt.2

Altre Informazioni

  • Anno 1982
  • Area Geografica Europa
Pubblicato in Comics
Filtra per Anno

Filtra per Area Geografica